Creiamo un Dual Boot per Windows 7, avendo già XP o Vista!

windows-7-aurora-green-wallpaper

In questa piccola guida, andremo a partizionare l’HardDisk usando un semplice programma a secondo del sistema, dove andiamo a operare. Vi ricordo, come già segnalava il buon Andrea ieri, che Windws 7, richiede almeno 16 GB di spazio libero su HD, noi vi consigliamo di creare almeno una partizione da 20GB per stare sicuri di poter provare il sistema operativo senza troppi problemi. Ora vediamo come andare a operare sul nostro PC.

Windows XP:
Per chi ha già installato Windows XP e vuole montare Windows 7 insieme al suo fidato XP, può usare il Live Cd di GParted. Questo programma, vi permette di creare delle nuove partizioni sul vostro disco fisso in modo da poterci installare il nuovo Windows 7.
Per partizionare il disco, nella barra superiore del programma, cliccate su: Partition -> Resize/Move. Attivando questa funzione, potrete modificare la grandezza dell’attuale partizione che avete sul disco e quindi creare una seconda partizione per il vostro Windows 7.

Windows Vista:
Se intendete, installare Windows 7 in accoppiata con Windows Vista, il programma per la partizione lo avete già installato nel sistema. Per accedervi, basta andare in: Pannello di controllo -> Sistema e manutenzione (se avete la modalità Classica del pannello passate oltre) -> Strumenti di amministrazione -> Gestione computer. Una volta aperto questo collegamento, vi ritroverete la schermata che vi permette di gestire il Computer.
Per aprire il programma di partizionamento, Cliccate su Gestione Disco, nella barra a sinistra, sotto l’elenco Archiviazione. A questo punto, potete partizionare il disco come meglio volete.

Per installare il nuovo arrivato in casa Windows, basterà Masterizzare l’immagine ISO del sistema e poi installarlo come un normale sistema Windows. Ricordatevi, di dargli come partizione per l’installazione, quella appena creata sul vostro HD.

FONTE: Geekissimo.com

Download dei driver DualShock 3 per Windows

Download dei driver DualShock 3 per WindowsUno sviluppatore giapponese ha rilasciato i driver per Windows del controller DualShock 3, in grado di far funzionare la periferica destinata all’uso con PlayStation 3 anche sui nostri PC, con tanto di force feedback ma soprattutto di sensore di movimento.

Dato che al momento non ci è stato possibile effettuare una prova dei driver, se qualcuno di voi li installa ci faccia sapere se e come questi effettivamente funzionano: l’unica nota è che non è stato precisato per quale versione di Windows essi siano, quindi non si sa se sono buoni anche per Vista oppure no.

FONTE: gamesblog.it

Windows 7 beta wallpapers

Le novità incluse in questa build 7000 sono tante, ma oggi, vista la rubrica di cui fa parte questo post, vogliamo soffermarci su un singolo aspetto: i nuovi wallpaper. Sono numerosi, belli, adatti a qualsiasi gusto… e non aspettano altro che essere scaricati gratuitamente da tutti noi!

Per essere precisi, gli sfondi per il desktop inclusi in questo particolarissimo “pack” sono 47. Tutti con una risoluzione di 1920×1200 pixel ed appartenenti ai più disparati generi: astratti, paesaggi marini, paesaggi desertici, paesaggi montuosi, fiori, piante… ed il mitico pesciolino blu e rosso, che ormai tutti noi conosciamo a memoria!
Per scaricare i wallpaper di Windows 7 beta, non dovete far altro che cliccare qui o qui. Il peso dell’archivio è di oltre 40 MB, ma ne vale assolutamente la pena.

Windows 7: il tema dell’ultimo OS di Redmond compatibile con Windows Vista

2009-01-08_205605
Steve Ballmer ha concluso il suo Keynote per quanto riguarda la società più famosa di Redmond ed ha annunciato con piacere al pubblico la disponibilità per il 9 Gennaio di quest’anno della prima beta ufficiale dell’ultimo OS made by Microsoft –Windows 7-, nonostante sia da tempo già disponibile su vari siti Torrent.
Restando sempre sull’argomento, oggi vi proponiamo un interessante tema compatibile per ora solo con le versioni a 32-bit di Windows Vista Service Pack 1 che rappresenta egregiamente l’aspetto grafico del principale SO in questione.
Un utente molto capace di deviantART -giannisgx89- ha pubblicato la sua opera sul medesimo sito destando stupore visibile nei commenti, nel complesso molto positivi, dei vari utenti.

Lo stile rappresenta quello della beta dimostrata durante il passato PDC con tanto di “Super Taskbar” trasparente.
Windows 7 PDC Style è un tema compatibile con tutte le versioni a 32-bit di Vista SP1, da provare soprattutto se si vuole restare su di un sistema operativo stabile avendo l’incredibile aspetto grafico di Seven.

Windows 7: i requisiti minimi

Squillino le trombe, vibrino le chitarre e ruttino gli Steve Ballmer: il celeberrimo sito web PCWorld ha pubblicato una lista di quelli che dovrebbero essere i requisiti minimi ufficiali necessari a far funzionare Windows 7 sui nostri computer.
Dei requisiti che, data la proverbiale sensazione di “leggiadria” offerta dal nuovo sistema Microsoft, non ci sorprendono più di tanto e non si discostano moltissimo da quelli che – all’epoca - furono previsti dal gruppo di Redmond (magari con un po’ di azzardo) per il tanto vituperato Windows Vista.
Adesso però, al bando le ciance, ed eccovi l’attesissimo elenco:

  • Processore: 1GHz da 32 o 64-bit
  • RAM: 1GB
  • Spazio libero su HD: 16GB
  • Scheda Grafica per Aero: 128MB con supporto per le DirectX 9
  • Drive: DVD-R/W (x1)
Sarà la crisi globale, sarà il tacchino intero mangiato da Ballmer nel corso delle ultime festività natalizie, ma sembra proprio che Microsoft abbia – momentaneamente – accantonato la sua politica di spinta verso l’acquisto di nuovo hardware da parte degli utenti Windows.

Windows 7 beta VS Vista VS XP: ecco i risultati dei test comparativi

Nuova versione di Windows 7, nuovi test comparativi con i suoi diretti predecessori, Vista SP1 ed XP SP3 (tutti a 32 bit).
I test che vi proponiamo oggi, avendo come oggetto una versione beta dell’OS, prevedono dei risultati decisamente più attendibili rispetto a quanto emerso dai confronti che vedevano come protagonista la pre-beta di Seven. Insomma, dati su cui riflettere seriamente li avremo solo con l’uscita della versione finale del sistema, ma leggendo quanto segue ci si può già fare qualche idea abbastanza chiara sul futuro che attende gli utenti Windows.
I computer utilizzati per queste comparazioni sono stati due: un AMD Phenom 9700 da 2.4GHz (con scheda video ATI Radeon 3850 e 4GB di RAM) ed un Intel Pentium Dual Core E2200 2.2GHz (con scheda video NVIDIA GeForce 8400 GS ed 1GB di RAM). I test sono stati tra i più disparati, mentre i punteggi minori vanno considerati come quelli migliori. A proposito, eccoli:

Insomma, questo Windows 7 promette sempre meglio (soprattutto considerando il fatto che nella versione finale il codice dovrebbe essere decisamente affinato rispetto alla beta). Altro che ritorno ad XP, qui ci stiamo dirigendo verso un qualcosa di completamente nuovo, che riuscirà ad accontentare un bel po’ di utenti… anche quelli più “insospettabili“.

Guida: come installare Windows 7/Vista su un computer sfruttando solo l’hard disk

Stiamo per vedere insieme come è possibile installare Windows 7/Vista su un computer sfruttando solo l’hard disk. Sia chiaro, la procedura non è delle più rapide o semplici, presenta sicuramente delle alternative meno impegnative, e prevede la sostituzione del sistema in uso, ma vi assicuriamo che se siete in vena di imprese geek non potreste trovare di meglio.
Ciò detto, rimbocchiamoci le maniche e mettiamoci subito al lavoro!

  1. Assicurarsi di avere una partizione libera, diversa da quella in cui verrà installato il sistema (che nel post chiameremo E:);
  2. Assicurarsi di aver abilitato la visualizzazione di file e cartelle nascosti (nelle “opzioni cartella”);
  3. Installare Daemon Tools (o programmi simili) sul sistema in uso;
  4. Creare una nuova cartella nella partizione E:, rinominandola in “Windows 7” o “Windows Vista” (nel post sarà “Windows 7);
  5. Montare l’immagine ISO del disco d’installazione di Windows Vista o Windows 7;
  6. Copiare nella cartella E:\Windows 7 tutti i file presenti nel drive virtuale creatosi montando l’immagine ISO;
  7. Copiare le cartelle “bootmgr” e “boot” presenti nel drive virtuale nella cartella E:\Windows 7 e in C: (ossia, dove è installato il sistema in uso).
  8. Passo necessario solo per chi usa Vista: copiare il file “E:\Windows7\boot\boot.sdi” nella cartella “C:\boot” ed il file “E:\Windows7\boot\ bootsect.exe” in C:;
  9. Creare una nuova cartella in C: e rinominarla in “sources“;
  10. Copiare in “C:\Sources” il file “\Windows7\boot.win“;
  11. Avviare il prompt dei comandi con privilegi da amministratore, digitare “C:\boot\bootsect.exe /nt60 C:” e premere il tasto Invio;
  12. Passo necessario solo per chi usa Vista: avviare il prompt dei comandi con privilegi da amministratore, digitare “C:\bootsect.exe /nt60 C:” e premere il tasto Invio;
  13. Rinominare il drive della partizione di boot del sistema in BDCP;
  14. Riavviare il PC;
  15. Seguire la procedura guidata per l’installazione di Windows, ma NON cliccare sul pulsanteInstalla“. Occorre, invece, selezionare la voce “Ripara il computer“;
  16. Selezionare l’opzione che consente di accedere al prompt dei comandi, digitare “format c: /q” e premere il tasto Invio. Se il drive C: è formattato con il file system FAT32, utilizzare il comando “format c: /q /fs:ntfs” per convertirlo in NTFS;
  17. Quando richiesto, digitare il nome del drive in cui installare il sistema (ossia BDCP);
  18. A procedura ultimata, avviare “manualmente” il processo d’installazione (E:\Windows7\sources\setup.exe);
  19. Seguire il resto della procedura guidata e godersi il risultato!

FONTE: Geekissimo.com