Il fondatore di MegaUpload, Kim Dotcom: “non sono un violatore di copyright”

Dopo essere uscito di prigione su cauzione e aver anche ottenuto la conferma della propria “libertà”, il fondatore di MegaUpload Kim Dotcom è apparso in quella che è la sua prima intervista ufficiale dopo il sequestro della piattaforma da lui creata e il suo arresto.

L’intervista è stata trasmessa da New Zealand’s 3 News, ai microfoni del quale Dotcom ne ha ovviamente approfittato per togliersi qualche sassolino dalla scarpa, chiarendo la propria linea difensiva. In primo luogo infatti, sarebbe impossibile individuare i contenuti in violazione di copyright viste le enormi dimensioni raggiunte dal sito, mentre in secondo luogo servizi simili come Mediafire e Fileserve fornirebbero lo stesso identico servizio senza però subire il trattamento riservato a MegaUpload. Tra l’altro, Dotcom sostiene di non essere mai contattato né dalla Motion Picture Association of America (MPAA), né da alcuno degli Studios.

Il motivo di tutta l’attenzione per MegaUpload e lo stesso Dotcom? Eccolo qua:

“Sono un bersaglio facile. La mia vistosità, la mia storia come hacker, sapete, non sono americano, vivo da qualche altra parte del mondo in Nuova Zelanda. Ho targhe divertenti sulle mie automobili, sapete, sono un bersaglio facile. Non sono Google. Non ho 50 miliardi di dollari sul conto e proprio ora non ho nemmeno un centesimo.”

Secondo Dotcom inoltre, la colpa delle violazioni di copyright nell’industria cinematografica sarebbe proprio degli stessi studi, rei di aver introdotto un sistema di licenze per il quale i film finiscono per essere pubblicati nei Paesi esterni agli Stati Uniti con mesi e mesi di ritardo rispetto all’uscita negli USA. Una tesi almeno in parte anche vera, visto che spesso soprattutto chi conosce l’inglese vede come una vera e propria punizione il dover aspettare del tempo aggiuntivo per vedere un film.

FONTE: DownloadBlog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...