Anonymous attacca ancora il Vaticano: i responsabili sono Italiani?

Stemma di Città del Vaticano

Anonymous torna ad attaccare il Vaticano, smentendo la tesi dell’insuccesso nel precedente tentativo di destabilizzare il sistema informatico della Chiesa. La rivendicazione, apparsa soltanto lunedì, evidenzia – per molti versi – alcuni aspetti inediti. Tanto gli obiettivi, quanto la forma dell’annuncio sembrano opera di Italiani.

Rispetto a Operation Pharisee, perpetrata nell’agosto del 2011 durante la Giornata Mondiale della Gioventù a Madrid, l’ultimo manifesto di Anonymous contro il Vaticano ha un carattere particolarmente “nazionale”. Il gruppo di pressione condanna la Chiesa circa le emissioni di onde elettromagnetiche dai ripetitori di Radio Vaticana.

E, se non fosse ancora sufficiente, Anonymous ricorda al Vaticano d’essere «un ospite» sul suolo italiano. Prescindendo dal merito della rivendicazione, è evidente che chi ha scritto l’annuncio sia un connazionale — assumerei subito come professore d’italiano uno straniero in grado di scrivere con una tale proprietà di linguaggio.

FONTE: DownloadBlog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...