Google produrrà e metterà in vendita un tablet per conto proprio

Le voci di un ritorno sul mercato consumer di Google si sono rincorse per mesi ed il Wall Street Journal sale sul carrozzone, rendendolo più credibile grazie alla propria influenza e sfoggiando “indiscrezioni”, “fonti credibili” e “alcuni ben informati”: secondo la testata il progetto di Google è quello che qualcuno aveva già previsto, ovverosia mettere in vendita un proprio tablet.

Con l’acquisto di Motorola ed alcune “chiaccherate” con Samsung ed Asustek, sembrebbe che Google ritenga di essere pronto ad affrontare questo mercato, che nel campo della tecnologia consumer è forse il più pericoloso in assoluto.

Nel mondo dei tablet ci sono al momento solo tre nomi che possono vantare dei veri guadagni oppure una penetrazione rilevante del mercato: al primo posto abbiamo Apple con il suo iPad, che ha definito il mercato e sta continuando a regnare indisturbata. Al secondo posto c’è Amazon, che a quanto pare non guadagna direttamente con i suoi economici ma ottimi Kindle Fire, ma si è diffusa a macchia d’olio e basa le proprie fortune sui contenuti. Al terzo posto c’è Asus, che con i propri prodotti come il Transformer Prime è riuscita a scavarsi una nicchia e conquistarsi la fiducia dei clienti, ma che resta molto distaccata.

Di queste tre, l’unica a sfruttare davvero Android è Asus. Va fatto notare che fino all’arrivo di Ice Cream Sandwich il sistema operativo di Google non era minimamente in grado di competere con Apple, aveva più il gusto di una demo che di un’esperienza completa. Al giorno d’oggi comunque sono pochissimi i produttori che hanno già aggiornato i propri prodotti a ICS, ed ognuno sembra prendere una direzione diversa nel campo delle interfacce per gli utenti e delle funzionalità. Il progetto di Google è quello di risolvere tramite l’esempio la frammentazione di Android, proponendo un tablet che faccia da battistrada agli altri.

Le voci parlano di un co-branding iniziale con componenti forniti da Samsung ed Asustek, di un futuro completamente indipendente made in Motorola e di un’uscita programmata assieme a Jelly Bean, la prossima generazione di Android. Se così fosse allora la data è molto vicina, entro l’estate. Le fonti del Wall Street Journal non citano il nome “Google Nexus” o “Nexus Tablet” che era stato usato in passato per definire questo progetto.

Se la fascia di prezzo fosse corretta, e con questo intendo dire nella “zona Kindle Fire”, gli utenti potrebbero esserne davvero attratti. Ora come ora dubito sia anche minimamente pensabile l’idea di affrontare la fascia di prezzi dell’iPad, anche perchè tutti gli esperimenti finora hanno dato risultati poco invitanti, soprattutto per un’azienda come Google, notoriamente attratta dai piani a breve termine.

Per quanto riguarda la distribuzione del prodotto, ci sono solo voci. Una vendita online stile Amazon è perfettamente sensata, nonostante la ritrosia del pubblico che non può vedere e toccare con mano il prodotto prima dell’acquisto. Francamente trovo che l’idea di un Google che si mette ad aprire store in stile Apple nelle maggiori città sia poco credibile.

FONTE: GadgetBlog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...