Calyx Institute: un provider che protegge la privacy, anche contro il governo

Nicholas Merril, un imprenditore che lavora da anni nel campo degli ISP, sta studiando una rivoluzione che pur essendo in stato embrionale è già la causa di molti incubi all’FBI: un provider di telecomunicazioni il cui scopo primario è fare da scudo contro la sorveglianza, anche quella governativa.

Si chiama Calyx Institute, ed è un’entità no profit che darà il proprio network in gestione a fornitori di servizi for-profit. Una volta recuperati i fondi e le infrastrutture necessarie, Merril conta di poter offrire ai clienti statunitensi una connessione senza limite di dati a $20 al mese, probabilmente con un piano annuale. Il sito di Calyx cita questa linea guida: “Priorità alla privacy, anche al di sopra dei profitti”.

Il piano comprende l’acquisto di servizi di broadband 4G WiMAX con crittografia end-to-end ed un servizio di mail immagazzinato anch’esso in forma crittografata. Merril non dovrebbe avere problemi a creare una struttura simile, dato che il suo “supporto tecnico” è eccezionale: Calyx può contare sulla consulenza di Brian Snow, ex direttore tecnico dell’NSA, di Jacob Applebaum, esperto impegnato nel Tor Project e di altri esperti di grosso calibro.

I finanziamenti potrebbero essere erogati dai soliti angel investor, visto che l’interesse è alto, ma dopo aver esposto il problema a Reddit è sorta l’idea di affidarsi al crowd sourcing. Kickstarter è impossibile perchè tratta solo di arte e prodotti fisici, ma Calyx ha deciso di sfruttare il servizio IndieGoGo, con un target di 1 milione di dollari. Ne sono necessari due per dare il via a questo progetto, che sicuramente ha le carte in regola per destabilizzare a favore del comune cittadino una situazione preoccupante.

Negli Stati Uniti, come nel resto del mondo, il problema è serio. I provider non si fanno problemi a “regalare” i dati privati degli utenti alla polizia, ai servizi sergreti e alla NSA, anche quando legalmente sarebbero tenuti a fare il contrario. Nessuno finora ha avuto coraggio o interesse a opporsi al governo e al terribile Patriot Act. Merril lo sa bene. In qualità di proprietario di un ISP ha ricevuto nel 2004 una “lettera di sicurezza nazionale” dall’FBI che lo intimava a fornire informazioni sui suoi clienti e di mantenere il segreto sulla faccenda. Di fronte al rifiuto di ottemperare, si è scatenata una causa legale lunga 6 anni, ma che si è risolta a favore dell’ISP ribelle.

Nicholas Merril sembra proprio l’uomo giusto per ispirare una rivoluzione.

FONTE: DownloadBlog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...