Kaspersky: il mito dell’invulnerabilità di OS X è infranto

Kaspersky, il noto produttore di antivirus, ha fatto sapere che gli utenti di OS X si possono attendere più virus, botnet, attacchi drive by ed altre infezioni di massa nel futuro prossimo:“L’invulnerabilità di OS X è un mito”.

Negli ultimi dieci anni abbiamo sentito più e più volte questo “richiamo all’ordine”. Va detto che le parole di un’azienda che viene pagata per debellare virus suonano un po’ interessate, sia ben chiaro, eppure dopo il problema di Flashback gli utenti Apple non possono evitare di prendere in considerazione il pericolo rappresentato dal vagare nel web con software poco aggiornati, cliccando ogni link sospetto a cuor leggero. In realtà, non avrebbero mai dovuto distrarsi.

I malware su OS X esistono da tanto, ma questa volta il salto di qualità è indubbio. Centinaia di migliaia di utenti sono stati ingannati tramite social engineering ed hanno subito un dirottamento del proprio sistema operativo attraverso una debolezza di Java – un modus operandi che ha sempre tormentato Windows. Secondo Kaspersky sono stati alcuni blog WordPress ad infettare OS X, e parliamo di siti ignari ed innocenti, lontani dallo stereotipo della pagina russa di warez e pornografia.

I dati parlano di un residuo di 30.000 Mac infettati da Flashback, un numero molto diverso dai 700.000 iniziali, ma lo stesso significativo. Il produttore di antivirus giudica che si è innescato un gioco di gatto e topo tra Apple e i creatori di malware, ora che la fetta di mercato è sufficiente a garantire un ecosistema economico invitante per i cybercriminali. Con OS X 10.8 Mountain Lion verrà implementato GateKeeper, una procedura di autenticazione del software che dovrebbe rendere la vita meno facile ai malware, ma per Kasperski è solo il passo successivo di una guerra appena iniziata. Apple finora ha evitato di rispondere alla provocazione.

Dal canto mio sono d’accordo con l’opinione generale di Kasperski, che chi usa OS X non è inattaccabile. Questa consapevolezza va però temperata da una constatazione: il produttore di antivirus sta visibilmente spargendo FUD per vendere il proprio prodotto. Se proprio dobbiamo essere pignoli, poi, nessun antivirus per Mac (compreso quello di Kaspersky) avrebbe potuto vedere Flashback in tempo per impedire la sua esplosione.

FONTE: DownloadBlog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...