Google produrrà e metterà in vendita un tablet per conto proprio

Le voci di un ritorno sul mercato consumer di Google si sono rincorse per mesi ed il Wall Street Journal sale sul carrozzone, rendendolo più credibile grazie alla propria influenza e sfoggiando “indiscrezioni”, “fonti credibili” e “alcuni ben informati”: secondo la testata il progetto di Google è quello che qualcuno aveva già previsto, ovverosia mettere in vendita un proprio tablet.

Con l’acquisto di Motorola ed alcune “chiaccherate” con Samsung ed Asustek, sembrebbe che Google ritenga di essere pronto ad affrontare questo mercato, che nel campo della tecnologia consumer è forse il più pericoloso in assoluto.

Nel mondo dei tablet ci sono al momento solo tre nomi che possono vantare dei veri guadagni oppure una penetrazione rilevante del mercato: al primo posto abbiamo Apple con il suo iPad, che ha definito il mercato e sta continuando a regnare indisturbata. Al secondo posto c’è Amazon, che a quanto pare non guadagna direttamente con i suoi economici ma ottimi Kindle Fire, ma si è diffusa a macchia d’olio e basa le proprie fortune sui contenuti. Al terzo posto c’è Asus, che con i propri prodotti come il Transformer Prime è riuscita a scavarsi una nicchia e conquistarsi la fiducia dei clienti, ma che resta molto distaccata. Continua a leggere

Annunci

Ubuntu for Android, Canonical propone la soluzione per trasformare gli smartphone in computer desktop

Qualche tempo addietro si era iniziato a parlare della possibilità, concessa entro un paio d’anni, di utilizzare Ubuntu, il sistema operativo basato su Linux, sotto forma di piattaforma per smartphone e tablet grazie alla realizzazione ed alla successiva diffusione di un’apposita versione ad hoc.

Seppur non esattamente in questi termini i tempi di diffusione di Ubutnu per il settore mobile sembrerebbero essere stati anticipati: Canonical, la società fondata da Mark Shuttleworth, l’imprenditore che si occupa del finanziamento e dello sviluppo del progetto Ubutu, ha infatti parlato di un’interessante novità tutta dedicata ai possessori di smartphone Android di fascia alta. Continua a leggere

Pulire Android, 3 applicazioni must-have

Android è un sistema operativo solido e performante, ma visto che molti di noi amano maltrattarlo per dar sfogo al proprio spirito geek ogni tanto potrebbe essere una buona idea rimetterlo in sesto con delle applicazioni create ad hoc. Ecco il motivo per il quale oggi vi proponiamo una rapidissima carrellata con 3 applicazioni per pulire Android must-have un po’ per tutti. Non dovete usarle tutti i giorni, ma possono tornare utili in diversi casi. Scopriamole subito in dettaglio. Continua a leggere

Assassin’s Creed, annunciato un nuovo episodio mobile

  Ubisoft e GREE annunciano di aver siglato un accordo per portare Assassin’s Creedsull’imminente GREE Platform, una piattaforma di gioco sviluppata da GREE che sarà lanciata nel secondo trimestre del 2012. Il nuovo titolo di Assassin’s Creed sarà disponibile da dicembre in inglese e giapponese, cui seguiranno successivamente le versioni localizzate in tutte le altre lingue.

Lanciato nel 2007, Assassin’s Creed ha venduto finora più di 38 milioni di unità in tutto il mondo. Il 2012 si profila come l’anno più importante per la serie, con l’uscita di Assassin’s Creed III prevista per il 30 ottobre. Assassin’s Creed III, in sviluppo da oltre tre anni, rappresenterà una vera e propria rivoluzione e offrirà ai giocatori un gameplay unico ed una trama epica. Acclamato per la profondità e la ricchezza della sua trama, Assassin’s Creed è andato oltre i videogiochi, conquistando altre forme d’intrattenimento come fumetti, romanzi e corti cinematografici. Ora, Ubisoft e GREE aggiungeranno alla serie una nuova esperienza di social gaming, che sarà disponibile in esclusiva sulla GREE Platform e attraverso i dispositivi iOS e Android. Continua a leggere

Android 5.0 “Jelly Beans” già da fine anno?

Google potrebbe anticipare l’uscita di Android 5.0 — nome in codice “Jelly Bean”, ossia caramelle geleatinose — agli ultimi mesi del 2012 e non solo per ARM, ma anche in una versione x86 destinata a tablet e notebook. La notizia è poco più che un’indiscrezione e viene da Digitimes, un sito cinese di notizie del mondo hi-tech, che ha citato come fonte un non meglio definito fornitore di componenti dell’area di Taiwan.

Seppure la notizia non sia da prendere come oro colato, c’è da dire che non suona del tutto improbabile. Un’uscita nell’ultimo trimestre dell’anno posizionerebbe il nuovo sistema operativo di Google proprio a fianco al suo diretto concorrente Windows 8, atteso per quello stesso periodo.

La fonte parla anche della possibilità di implementazioni a doppio sistema operativo per i futuri tablet, che potrebbero includere entrambi i sistemi anche in modalità di emulazione, con la possibilità di passare dall’uno all’altro senza riavviare il dispositivo. Fantascienza? Forse, sopratutto perchè gli attuali processori Atom non supportano VT-x, ovvero le funzioni di virtualizzazione. Vedremo.

FONTE: Gadget Blog

Google lancia Chrome per device Android

Uno tra i prodotti di maggior successo di Google è, senza alcun dubbio, Chrome, il suo browser web oramai usato da uno straordinario numero di utenti in sostituzione o in abbinamento a quelli che, sino a qualche tempo addietro, andavano a configurasi come i principali strumenti mediante cui navigare online.

Tenendo conto di tale dato e cercando ai andare incontro a quelle che sono le esigenze dell’utenza rientrante nella sfera “mobile”, Google, nel corso delle ultime ore, ha reso disponibile una versione di Chrome per device Android, sia smartphone chetablet.

Google Chrome per Android è, al momento, ancora in fase beta e può essere utilizzato solo e soltanto sul sistema operativo del robottino verde con numero di versione 4.0. Continua a leggere

Android e Chrome: finalmente riuniti

chrome for Android

Chrome ed Android sono nati entrambi in nell’ormai lontano settembre del 2008, e fino ad oggi hanno camminato separati, ciascuno per la propria strada. Le cose sono appena cambiate, dato che Google è stata tanto gentile da rilasciare la beta di Chrome nell’Android Market, libera e gratuita, per chiunque sia disposto a “collaudarla”.

Purtroppo, però, non credo saranno molti a godere di questo nuovo browser mobile, che vi annuncio essere un prodotto fantastico. Parliamo dell’1% degli utenti, cioè tutti coloro che hanno Ice Cream Sandwich in giro per il mondo. A parte i casi di root e hack, in effetti, sono pochissimi gli smartphone ed i tablet che sono già passati alla nuova versione di Android.

Il browser che rimpiazza (semplicemente definito “Browser”) non era un gran che, un vero tappabuchi. Il nuovo Chrome per Android è stato ripensato e ricostruito apposta per funzionare nel mercato mobile. Un’altra novità, che tocca l’utente in modo indiretto, è che Chrome e Android d’ora in poi saranno inscindibili, e Browser sparirà dalle release del sistema operativo successive a ICS. I produttori dovranno creare un browser diverso se non vogliono usare Chrome. Continua a leggere