Bungie dà il suo addio a Halo con una serie di statistiche infografiche sul multiplayer


Bungie, software house che ha creato Halo, ha dato il definitivo addio alla saga pubblicando una serie di statistiche “di commiato”.

Dal 9 settembre 2004 sono state giocate 20.880.250.123 partite online, di cui 5,4 miliardi relative a Halo 2, 11,5 miliardi a Halo 3, 4 miliardi a Halo: Reach. Le uccisioni sono state un totale di 136.128.511.043, che sono molte più del numero degli umani che abbiano mai vissuto realmente sul pianeta terra. Il tempo totale di gioco è stato di oltre 235.182 anni (!), sufficienti ad arrivare alla velocità della luce nel punto più estremo della nostra galassia e tornare indietro.

Per scaricare l’infografica completa e vedere molte altre curiosità cliccate su questo link:Infografica Halo di Bungie.

Fonte: Gamesblog 

Microsoft registra un misterioso dominio XboxFl.com

Secondo quanto riportato dal sito Whois Listing, Microsoft avrebbe recentemente registrato un misterioso dominio XboxFl.com.

Al momento la pagina porta direttamente al motore di ricerca Bing di Microsoft e non si hanno ulteriori indizi circa il contenuto di questo futuro sito web. Che si tratti del dominio relativo alla nuova Xbox Lite basata su architettura ARM prevista per il 2013 che verrà presentata al prossimo E3?

Come al solito, chi vivrà, vedrà. Rimanete sintonizzati sulle nostre pagine per maggiori informazioni.

Fonte: Gamesblog 

Una Xbox “Lite” con architettura differente prima di Xbox 720?


Nonostante Microsoft abbia dichiarato pubblicamente che non sarà presente all’E3 con un nuovo hardware marchiato Xbox, nuove voci diffuse oggi parlano non di una, ma ben due console distinte attualmente in sviluppo.

Oltre alla nota Xbox 720 o “Next”, una fonte su Reddit ritenuta affidabile da BGR parla di unaXbox “Lite” basata su architettura ARM (cioè la tecnologia su licenza che troviamo praticamente in tutti tablet e smartphone) in arrivo nel 2013, destinata a competere con la Apple TV sia come prezzo (costa 109€) che come caratteristiche.

La nuova console sarà inoltre compatibile col nuovo Kinect dotato del near-mode aggiunto di recente alla versione PC, e offrirà quindi le applicazioni compatibili per il controller oltre che una libreria di giochi in stile arcade. Seppure totalmente non confermata e poc’altro che una speculazione, questa notizia non sembra però così fuori dal mondo.

Gli ultimi hardware ARM sono dotati di GPU evolute in grado di far girare decentemente giochi anche complessi (con un certo interesse anche per titoli seri) e l’imminente espansione di Microsoft nel mondo ARM con Windows 8 (WoA) aggiunge credibilità a questa ipotesi.

Fonte: Gamesblog 

GameStop: la prossima Xbox non bloccherà i giochi usati

GameStop: la prossima Xbox non bloccherà i giochi usati

Di voci sulla nuova Xbox 720 se ne sono sentite sicuramente tante nel corso degli ultimi mesi, tra le quali abbiamo anche trovato quella che vorrebbe la prossima console Microsoft in grado di bloccare i giochi usati. All’interno dell’industria stessa però, c’è chi dimostra di non credere a tutto ciò: si tratta di Paul Raines, boss di GameStop, secondo il quale “difficilmente” Microsoft bloccherà i giochi di seconda mano in Xbox 720, o chi per lei.

Il motivo secondo Raines risiederebbe nel valore che l’usato ha nel mercato videoludico, quantificato dallo stesso capo di GameStop in 1,2 miliardi di dollari usando il modello adottato all’interno della famosa catena di negozi: un parere ovviamente tutt’altro che disinteressato, visto che proprio GameStop fa dell’usato il proprio principale settore di profitto, spingendo per l’appunto anche perché venga accettato dai publisher.

Comunque, giusto o sbagliato che sia il modello di GameStop, per i giocatori sarebbe sicuramente un danno importante non poter comprare giochi usati sulla prossima Xbox.

Fonte: Gamesblog 

https://marcoleonardi1991.wordpress.com/?s=xbox+720&x=0&y=0

Microsoft e Turn10 offrono posti per lavorare nella “nuova generazione di Xbox”

PlayStation 4 e Xbox 720: i concept di Joseph Dumary
Microsoft aveva pubblicato un’offerta di lavoro, ora rimossa, dove si richiedeva esplicitamente la disponibilità per lavorare nella “nuova generazione di Xbox”. Contemporaneamente hanno fatto lo stesso i Turn10, sviluppatori della saga Forza Motorsport. Nel suo annuncio, Microsoft cercava uno sviluppatore audio. Questo uno stralcio, testuale:

«ISS Console Multimedia Team, responsabile per la progettazione e lo sviluppo della console di prossima generazione, sta cercando uno sviluppatore audio abile e fortemente motivato. Se ti piacciono i videogiochi, l’audio dei giochi e la musica, allora unisciti a noi come parte integrante di un team che ha il compito di rivoluzionare l’audio per la prossima generazione di Xbox»

Turn10 è invece alla ricerca di un direttore delle sequenze cinematiche, e specifica che l’offerta di lavoro è relativa alla “nostra prossima generazione di giochi”.

Fonte: Gamesblog 

Obsidian Entertainment: cancellato un gioco in lavorazione per la nuova Xbox?


Secondo recentissime indiscrezioni Microsoft avrebbe cancellato un gioco per la nuova Xbox, il cui sviluppo era affidato agli Obisidian Entartainment e che sarebbe stato pubblicato direttamente dalla stessa casa di Redmond. A rivelarlo dalle pagine di Kotaku è una fonte anonima “molto familiare al progetto”.

La voce di corridoio vuole che lo sviluppo sia stato interrotto ieri, dopo oltre sette mesi di lavorazione. Di conseguenza Obsidian Entertainment avrebbe dovuto licenziare 30 persone. La notizia pare essere confermata da molte altre fonti.

Il progetto aveva nome in codice “North Carolina”, ma non è ancora dato sapere che genere fosse e a che punto di avanzamento fosse la lavorazione.

Fonte: Gamesblog 

La nuova Xbox sul mercato nel 2013 e priva di lettore per dischi ottici?


Secondo le ultime indiscrezioni, Microsoft avrebbe abbandonato il supporto ai dischi ottici per la sua nuova console da molti chiamata ufficiosamente Xbox 720 o Xbox Next, imponendo agli sviluppatori il più assoluto segreto anche sulla data d’uscita, che sarà nel 2013. Il colosso di Redmond ha risposto a questa voce di corridoio con un comunicato piuttosto sibillino, che di fatto non conferma né smentisce nulla:

«Xbox 360 ha trovato un nuovo modo di estendere il suo ciclo vitale, introducendo con Kinect esperienze di gioco libere dai controller e reinventando la console con una nuova dashboard e partnership per l’intrattenimento. Noi [di Microsoft] pensiamo continuamente a cosa sarà la nostra prossima piattaforma e come potremo sfidare la convenzione del ciclo vitale. Oltre a questo, non commentiamo su indiscrezioni o voci di corridoio»

Il reportage “segreto” sostiene anche che la nuova console sarà comunque compatibile con un qualche sistema a stato solido intercambiabile, che significherebbe un abbandono dei dischi non dei media fisici: che Microsoft stia pensando a delle memorie a stato solido proprietarie, in qualche modo reminiscenti delle vecchie cartucce che si usavano tre generazioni fa? Di certo questa scelta renderebbe un po’ più difficile la pirateria e comporterebbe risparmio in termini di spazio e surriscaldamento. Ma i costi?

In ogni caso, nessun addetto ai lavori sembra avvalorare l’ipotesi che la nuova “Xbox 720” sarà una console che funzionerà col solo digital delivery, perché le infrastrutture di rete e la stesse rete di rivenditori non sono ancora pronte per supportare un evento del genere.

Fonte: Gamesblog